Nuova edizione del progetto per gli studenti delle scuole superiori. Al centro della sfida la programmazione di piccoli robot spaziali

SPHERES (Synchronised Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites) è il nome di piccoli satelliti della dimensione di una palla da bowling, che costituiscono l’elemento-base del progetto didattico Zero Robotics

Zero Robotics prevede due livelli di competizione, nazionale ed internazionale. Le competizioni consistono nella realizzazione di codici di programma per il controllo degli SPHERES. Questi piccoli satelliti sono già utilizzati dalla NASA all'interno della Stazione Spaziale per collaudare cicli di istruzioni, per eseguire rendez-vous autonomi ed operazioni di attracco.

Tre satelliti SPHERES in volo libero lavorano insieme all'interno della ISS, ciascuno con la propria energia, propulsori, computer e sistemi di navigazione. I risultati ottenuti con i citati SPHERES sono importanti ai fini della manutenzione, dell'assemblaggio di satelliti, dello studio delle manovre di docking e del volo di formazione. 

l progetto, che è destinato agli studenti delle scuole superiori, è promosso in Italia da Politecnico di TorinoUniversità di PadovaIstituto Italiano di TecnologiaUfficio Scolastico Regionale per il PiemonteRete Robotica a Scuola e Agenzia Spaziale Italiana, in collaborazione con Massachusetts Institute of Technology (MIT), NASA ed ESA.

Il riferimento interno (Team Mentor) del progetto è il Prof. Marco Goia

In questa sezione trovate:

1. il LINK al sito tematico dell'IIS Giulio Natta dedicato a Zero Robotics

2. informazioni relative alla partecipazione del nostro Istituto a partire dal 2015 (siamo stati finalisti mondiali in 3 edizioni su 5 a cui abbiamo partecipato);

2. i link alle pagine ufficiali del M.I.T. (LINK) e dell'A.S.I. Agenzia Spaziale Italiana (LINK)